Esercizio di ricerca su line up - Foto di S. Ferrario
Esercizio di ricerca su line up – Foto di S. Ferrario

FORMAZIONE DI UNITÀ CINOFILE PER LA RICERCA DI SOSTANZE NEL SETTORE CIVILE

Le straordinarie capacità olfattive dei cani, che tuttora non trovano pari in ambito tecnologico, sono da sempre oggetto di studio e ammirazione. Nel corso della millenaria coevoluzione che vede protagonisti l’uomo e il cane, i campi di applicazione di questa eccezionale dote sono stati molteplici e vedono tuttora i cani impegnati in sempre più numerosi ambiti differenti, alcuni dei quali riconducibili alla “detection”.

Ma quanto è acuto l’olfatto del cane? Alcune ricerche hanno dimostrato che il naso del cane è in grado di riconoscere molecole a concentrazioni bassissime, fino a 10-18, grazie a centinaia di milioni di recettori olfattivi codificati da circa un migliaio di geni differenti.

Le attività di detection, oltre ad avere potenzialmente una importante valenza sociale nell’ambito della propria comunità se inserite in attività strutturate e mirate, costituiscono un contributo importante alla corretta stimolazione del nostro cane, sul piano fisico e mentale, contribuendo così al suo benessere e, grazie ad una stretta collaborazione con il conduttore, ad un generale miglioramento della relazione all’interno del binomio.

Dogstrail, affiliato X-PLORER Academy, propone percorsi formativi strutturati – improntati sulle più moderne tecniche di rilevamento di sostanze – nel campo di applicazione della detection in ambito civile.

Cosa si intende per “detection dog”?

Letteralmente così vengono chiamati i “cani da rilevamento”, impiegati appunto nella rilevazione e segnalazione di sostanze

In quali campi lavorano i cani da detection?

In ambito civile sono moltissimi i campi di applicazione: in campo medico, ad esempio per l’individuazione precoce di neoplasie o come cani da allerta in relazione all’insorgenza di crisi ipoglicemiche o di attacchi epilettici, in quello delle sofisticazioni alimentari, in quello del contrasto alla diffusione di esche avvelenate, nel rilevamento di cadaveri, nella ricerca di valute, di strumenti elettronici, di cibo e molto altro, nella conservazione della natura, in campo investigativo, in quello ambientale, senza escludere l’ambito sportivo.

A chi sono rivolte le proposte formative?

Le proposte formative, dedicate a singoli binomi, prevedono percorsi molto tecnici e rigorosi, ma anche divertenti e di grande soddisfazione per entrambi i protagonisti, rivolti sia a cani giovani sia a cani adulti.

Tali percorsi possono costituire uno strumento di crescita e di formazione sia in ambito professionale, sia in ambito sportivo o avere semplicemente ragioni ludiche, per chi fosse interessato alla condivisione con il proprio cane di una intensa, divertente e stimolante esperienza formativa.

Cosa faremo insieme:

  • Approfondiremo insieme le conoscenze sulle dotazioni del cane e sulle relative capacità in campo olfattivo
  • Ripasseremo i meccanismi di apprendimento e i metodi di insegnamento, compreso l’utilizzo dei rinforzi
  • Cureremo la formazione dell’unità cinofila da ricerca di sostanze, approfondendo i tanti aspetti che concorrono alla corretta gestione di tutte le fasi dell’attività di detection (pulizia e contaminazioni, associazione delle sostanze target, gratificazioni, segnalazione passiva, concatenamento tra ricerca e segnalazione passiva, principi e tecniche di conduzione, bonifica ambientale, bonifica di automezzi, bonifica di borse e valige, raccolta dei dati)

Per informazioni:

Mauro Canziani
Istruttore di Civil Detection

Istruttore di Unità Cinofile da Soccorso
Educatore e Consulente Cinofilo
Telefono 348.90.38.330
E mail mauro.canziani@dogstrail.it
Seguimi su Facebook
Seguimi su Instagram