Bleu - Foto di M. Canziani
Bleu – Foto di M. Canziani

L’olfatto costituisce la percezione più sensibile a disposizione del cane.

Un corredo che conta fino a 300.000.000 di recettori olfattivi (nel caso del Bloodhound), contro i 5.000.000 dell’Uomo, fa del cane un campione nel campo della discriminazione olfattiva, tanto da essere utilizzato nella ricerca di persone scomparse sotto le valanghe, sotto le macerie o in superficie, nel rilevamento di diverse patologie (es. cancro ai polmoni, alla vescica, alla prostata, al colon-retto o al seno), nella ricerca di droga o esplosivi, per segnalare l’imminente arrivo di crisi epilettiche o situazioni di abbassamento e innalzamento della glicemia in pazienti affetti da diabete.

La ricerca olfattiva consente al cane di mettersi in gioco con uno degli strumenti più affinati che possiede, abbassando generalmente il proprio livello di eccitazione, nonché di portarsi a casa successi che impattano positivamente sulla propria autostima e autoefficacia. Gli esercizi di ricerca olfattiva sono molto utili sia per impostare nel cucciolo un livello adeguato di attivazione emozionale, anche ai fini dell’apprendimento che richiede livelli intermedi di arousal, sia per abbassare nel cane adulto elevati livelli di inquietudine, dovuti a situazioni temporanee o addirittura a problemi patologici.

Cosa faremo insieme

  • Approfondiremo insieme le conoscenze sulle dotazioni del cane e sulle relative capacità in campo olfattivo
  • Ripasseremo i meccanismi di apprendimento e i metodi di insegnamento, compreso l’utilizzo dei rinforzi
  • Introdurremo l’utilizzo del clicker
  • Imposteremo e gestiremo insieme divertenti esercizi di ricerca olfattiva con il proprio cane, tenendo conto del livello di competenza ed esperienza dei diversi binomi

Quali obiettivi vogliamo raggiungere insieme

  • Passare del tempo di qualità divertendosi insieme al proprio cane
  • Aumentare le competenze del binomio, sia in relazione ad attività specifiche, sia in relazione a nuove modalità di interazione
  • Rinforzare il legame all’interno del binomio
  • Incrementare le capacità di concentrazione del cane, abbassando livelli eventualmente troppo alti di attivazione emozionale
  • Aumentare la sicurezza, il benessere e l’autostima del cane

Per informazioni:

Mauro Canziani
Telefono 348.90.38.330
E mail mauro.canziani@dogstrail.it